In primo piano: infedeltà coniugali

Quando servono: spesso si hanno forti dubbi su quanto sta succedendo e si vuole affrontare il problema una volta per tutte. Ma il partner si ostina a negare e mancano le prove.
In alcuni casi si hanno già delle certezze, magari con prove raccolte illecitamente. Tuttavia non si possono usare le intercettazioni di email o i cellulari spia senza rischiare una condanna penale, anche pesante.
Compito dell’investigatore non è solo togliere i dubbi ma fornire prove “spendibili”. Un’indagine corretta tutela al meglio in una separazione o negli accordi che la precedono, con particolare attenzione alle “modalità” del tradimento coniugale.

L’importanza delle “modalità” del tradimento: una scappatella può costare gli alimenti per tutta la vita se i fatti accertati oltrepassano quella soglia minima di solidarietà e di rispetto comunque necessaria e doverosa per la personalità del partner: questi tipi di comportamento non possono essere giustificati, neanche come reazione ad una crisi di coppia preesistente o al comportamento dell’altro coniuge. Così: la moglie sorpresa ad amoreggiare in auto perde il diritto al mantenimento indipendentemente dagli antecedenti perché ha violato le regole minime di rispetto della personalità del marito (Cassazione n. 26571/2007).

In primo piano: indagini patrimoniali

Quando servono: le indagini patrimoniali e finanziarie servono anche in via preventiva, prima che un debito sorga, oppure per difendersi da possibili richieste e si occupano del rintraccio di beni materiali e immateriali, crediti ed altri cespiti. Lo scopo è localizzare i beni posseduti da una persona o da una società e le sue fonti di reddito, incluse le intestazioni a “prestanomi”, le vendite simulate e la ricerca di beni detenuti all’estero.

Chi le chiede: l’imprenditore sul futuro cliente o partner in affari
il curatore fallimentare sui beni alienati o intestati fittiziamente dal fallito
il liquidatore o curatore su ex amministratori e sindaci al fine di risarcire i danni arrecati a società o in seguito ad azione di responsabilità
l’avvocato civilista o penalista sulla controparte allo scopo di chiedere un sequestro cautelare
il proprietario sul futuro inquilino o su una ditta alla quale sta affidando dei lavori, anche per una valutazione preventiva della consistenza patrimoniale e dell’affidabilità in caso di problemi futuri
il compratore sul venditore di un immobile specie quando si tratti di un imprenditore o di un’azienda per cautelarsi da possibili revocatorie
il separando o divorziando sul reddito, l’esistenza di una attività di lavoro anche “in nero” e il patrimonio effettivo del coniuge per sostenere la richiesta di alimenti o viceversa difendersi da pretese eccessive
il genitore sull’attività di lavoro, anche “in nero”, dei figli maggiorenni per chiedere la riduzione degli alimenti.

In primo piano: indagini per recupero crediti

Indagine preventiva: il caso più comune è quello dell’indagine preventiva per recupero credito. L’investigatore non si occupa di recuperare i crediti, ma di stabilire se esistano beni o somme da aggredire e di dare all’avvocato la possibilità di procedere con successo nell’azione esecutiva.
Su quali beni agire: nell’identificazione dei beni posseduti da una persona e delle sue fonti di reddito, sono incluse le intestazioni a “prestanomi”. Le indagini riguardano inoltre le vendite simulate e la ricerca di beni detenuti all’estero.
Quando si dispone già di un titolo esecutivo, lo scopo di un’indagine è quello di stabilire su quali beni o redditi convenga di più agire. Ad esempio, quando si ha a che fare con un “professionista” del debito o con una persona alla quale sono già stati notificati atti esecutivi sarà difficile che le ricerche più ovvie abbiano successo. Meglio concentrarsi su beni che difficilmente possono essere sottratti, come i crediti che il nostro debitore non ha ancora incassato. Una volta identificato il terzo creditore, l’avvocato potrà pignorare direttamente la somma che ci è dovuta chiedendo al “terzo” di pagare noi anziché il nostro debitore.

Indagini Aziendali

FIDES DETECTIVES indaga in ambito aziendale, su richiesta del titolare dell’azienda o del legale rappresentante, anche attraverso avvocati e consulenti, per risolvere questioni che possono incidere a vario titolo sulle sorti e sul patrimonio aziendale, anche per la tutela di un diritto in sede giudiziaria.

Dai semplici comportamenti scorretti di dipendenti e concorrenti ai casi di vera e propria criminalità economica, individuare l’attività investigativa idonea a tutelarvi in via preventiva o nell’ambito di un giudizio civile, penale, arbitrale già avviato, richiede specializzazione ed esperienza. I nostri investigatori hanno operato in molti casi complessi e delicati: dalle frodi commerciali alle controversie tra partners, dalle fughe di notizie riservate all’antisabotaggio.

Indagini sui dipendenti

Verifica del comportamento dei dipendenti in casi di assenteismo, doppio lavoro, concorrenza, furti e altri fatti illeciti.

Clicca per approfondire

Indagini recupero credito

Rintraccio di beni materiali e immateriali, crediti ed altri cespiti sui quali esercitare un’azione giudiziale di recupero del credito.

Clicca per approfondire

Indagini sulla capacità finanziaria patrimoniale e sulla affidabilità commerciale o professionale

Raccolta, analisi, valutazione, elaborazione e stima di dati economici finanziari creditizi patrimoniali, delle imprese e società e dei loro esponenti, soci, nonchè di professionisti e di clienti anche potenziali.

Indagini su infedeltà aziendali e concorrenza sleale

Accertamento dei comportamenti di soci, dipendenti o di altri soggetti legati da patti di non concorrenza, indagini sullo storno di dipendenti e altre forme di utilizzo illecito di informazioni e dati riservati da parte di aziende concorrenti, abusi nell’utilizzo di informazioni, verifica di situazioni di incompatibilità di periti e consulenti.

Tutela di segreti aziendali, scientifici e tecnologici

verifica delle procedure di sicurezza interne, bonifiche da intercettazioni telefoniche o ambientali.

Tutela di marchi e brevetti

Contraffazione di prodotti.

Indagini difensive penali

Investigazioni su richiesta dell’imprenditore accusato o parte offesa, tramite il suo avvocato, anche in via preventiva, per la ricerca di testimoni, la verifica di alibi, l’assunzione di sommarie informazioni, l’effettuazione di rilievi, la ricerca di prove e controprove.

Investigazioni private

Dal 1948 FIDES DETECTIVES ricerca e individua tutte le informazioni richieste dal privato cittadino, anche per la tutela di un diritto in sede giudiziaria. Le indagini possono riguardare l’ambito famigliare, patrimoniale, la ricerca di beni e persone.

Indagini per professionisti

Tra i liberi professionisti, gli avvocati sono i nostri naturali interlocutori in quanto il proficuo svolgimento della loro attività, con risultati finali soddisfacenti per i loro clienti, dipende anche dalla corretta e completa assunzione di tutte le informazioni necessarie. Le modifiche legislative in ambito processuale civil e penale richiedono agli avvocati di assumere sempre più un ruolo attivo nella ricerca degli elementi di prova.

I commercialisti e i revisori contabili cono particolarmente interessati dalle investigazioni in materia di frodi aziendali.

Da parte di altre categorie professionali (medici, notai, ecc.) si registrano crescenti esigenze informative e investigative, ad esempio al fine di tutelarsi da azioni di responsabilità professionale, in via preventiva o in sede civile e penale.

Principali settori di intervento:

Due diligence

Indagini patrimoniali e finanziarie

Investigazioni aziendali

Sicurezza

Indagini giudiziarie

Indagini famigliari

Indagini a difesa del privato

Perizie e consulenze grafiche, grafologiche, dattiloscopiche, balistiche, chimico-tossicologiche,  biologiche