In primo piano: infedeltà coniugali

Quando servono: spesso si hanno forti dubbi su quanto sta succedendo e si vuole affrontare il problema una volta per tutte. Ma il partner si ostina a negare e mancano le prove.
In alcuni casi si hanno già delle certezze, magari con prove raccolte illecitamente. Tuttavia non si possono usare le intercettazioni di email o i cellulari spia senza rischiare una condanna penale, anche pesante.
Compito dell’investigatore non è solo togliere i dubbi ma fornire prove “spendibili”. Un’indagine corretta tutela al meglio in una separazione o negli accordi che la precedono, con particolare attenzione alle “modalità” del tradimento coniugale.

L’importanza delle “modalità” del tradimento: una scappatella può costare gli alimenti per tutta la vita se i fatti accertati oltrepassano quella soglia minima di solidarietà e di rispetto comunque necessaria e doverosa per la personalità del partner: questi tipi di comportamento non possono essere giustificati, neanche come reazione ad una crisi di coppia preesistente o al comportamento dell’altro coniuge. Così: la moglie sorpresa ad amoreggiare in auto perde il diritto al mantenimento indipendentemente dagli antecedenti perché ha violato le regole minime di rispetto della personalità del marito (Cassazione n. 26571/2007).


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *